Il tuo carrello è vuoto.

Provato clinicamente! DHT Blocker | Erbologia

I prodotti chimici in acqua influenzano la crescita dei capelli

Depuratori d'acqua e quanto sono dannosi Crescita dei capelli

Hai osservato tutte le strategie di crescita dei capelli ma i tuoi capelli continuano a cadere o a dimagrire? Questo è strano, davvero strano. Il fatto che tu stia ancora soffrendo di perdita di capelli significa solo che c'è una causa che non hai affrontato. Parliamo di acqua, per esempio. L'acqua pulita viene spesso fornita dalle aziende municipali responsabili. Queste società hanno il compito di garantire che tutti coloro che rientrano nella loro giurisdizione ricevano acqua pulita, pulita e priva di sostanze inquinanti. Per raggiungere questo obiettivo, fanno un ulteriore sforzo per utilizzare alcune sostanze chimiche che sono noti per uccidere germi, batteri e altri agenti inquinanti. Alcune acque possono essere sottoposte a vari processi di riciclaggio perché diventino consumabili dall'uomo mentre l'acqua proviene direttamente dai corpi idrici. Questa acqua può essere fresca ma deve ancora essere purificata per l'uso e il consumo umani. Un modo efficace per tenere i capelli sani e lontani dal possibile carico di acqua che danneggia i capelli è mantenere i capelli asciutti e questo è il motivo per cui anche dopo la doccia la parte più importante del lavaggio dei capelli è asciugarla molto bene massaggiando cuoio capelluto con un asciugamano.

In che modo le aziende municipali depurano l'acqua?

Un modo popolare di purificare l'acqua è l'uso di cloro. Il cloro nelle definizioni chimiche è un alogeno le cui reazioni chimiche sono piuttosto miti per l'ambiente ma abbastanza forti da uccidere piccole malattie che causano batteri e germi. Quando reagiscono con i metalli, gli alogeni producono sali. Altri alogeni sono fluoro, iodio, astato e bromo. Nelle piscine, il cloro è l'alogeno comune usato per trattare l'acqua e tenerla libera da qualsiasi sostanza inquinante e anche proteggere le persone che vi nuotano da contrarre o diffondere malattie l'una con l'altra. Non è mai consigliabile nuotare in una piscina senza cuffia a causa della sua elevata quantità di cloro che fa male ai capelli. Lo stesso si può dire se il cloro è la sostanza chimica utilizzata dalle aziende idriche municipali per trattare l'acqua. Potresti non accorgertene mai visto che viene applicato solo in piccole quantità, tuttavia, una volta che si inizia a lavare i capelli con questa acqua trattata con cloro, questo porta alla secchezza, causando la caduta dei capelli. Per evitare che l'acqua clorata distrugga i tuoi capelli, ci sono alcune misure di prevenzione e protezione che puoi applicare prima di usare quest'acqua. Diamo un'occhiata alle misure comuni 5:

Prima di esporre i capelli all'acqua clorata, applicare queste cinque misure preventive e protettive

5) Oliare i capelli regolarmente e se stai facendo una nuotata in piscina, applicane di più: Gli oli forniscono un isolamento che aiuta a bloccare i capelli e l'umidità del cuoio capelluto. Creerà anche una copertura protettiva contro il cloro assicurando che molto poco entri in contatto con queste aree.

4) Usa shampoo e balsami delicati per lavarti i capelli: immagina quanto sia dannoso se usi acqua clorata per detergere i capelli e su di esso anche lo shampoo e il balsamo contengono sostanze chimiche aggressive. Non c'è molto che si possa fare per impedire al comune di usare il cloro per trattare l'acqua, tuttavia è possibile evitare che quest'acqua danneggi i capelli e il cuoio capelluto. Dopo aver usato l'olio come isolante protettivo, utilizzare uno shampoo delicato e un balsamo per lavare e risciacquare lo sporco.

3) Non pettinare i capelli subito dopo averli lavati: i capelli bagnati sono deboli e diventano ancora più deboli se vengono a contatto con agenti chimici come il cloro. Utilizzando la tecnica corretta, asciugare i capelli con un asciugamano e applicare un po 'di olio sul cuoio capelluto. Gli oli ripristineranno l'umidità persa, lasceranno questo olio assorbire e lenire il cuoio capelluto per alcuni minuti.

2) Dopo aver immerso l'olio nel cuoio capelluto, applicare dei condizionatori d'aria SPF sui capelli: la maggior parte dei condizionatori leave-in sono fortificati con ingredienti naturali e oli essenziali necessari per riparare i capelli danneggiati. I capelli non possono essere ancora danneggiati ma stiamo usando misure preventive per contrastare gli effetti dannosi che l'acqua clorata può lasciare dietro. SPF o protezione solare è anche un elemento che aiuterà a proteggere i tuoi capelli ora vulnerabili da eventuali raggi dannosi del sole. I capelli esposti al cloro tendono a virare dal colore originale a una tonalità più chiara, forse gialla una volta esposta a troppa luce solare. Il cambiamento di colore va solo a dimostrare che il cloro sta danneggiando lo strato proteico responsabile di dare ai capelli il suo colore naturale.

1) Bere molta acqua: man mano che idratate all'esterno, assicuratevi che l'interno, cioè il vostro corpo rimanga rifornito con acqua pulita e fresca. Bere molta acqua è un modo per garantire che la pelle e il cuoio capelluto rimangano idratati, questo è un modo per contrastare gli effetti di secchezza dell'acqua clorata. L'acqua si ammorbidisce e rende il tuo cuoio capelluto e capelli flessibili per qualsiasi procedura di styling che si può scegliere.

Su una nota leggera

I capelli e il cuoio capelluto che sono colpiti dal cloro sono deboli e molto vulnerabile alla perdita dei capelli. Assicurati di utilizzare meno trattamenti chimici e procedure per lo styling a caldo, in quanto contribuiranno solo ad aumentare gli effetti distruttivi del cloro.